Nell’anno accademico 2017/18 sono attivati due Master di primo livello (post laurea triennale):

  • Gestione delle Autonomie Locali (MPA)
  • Gestione del Trasporto Locale (MTPL)

Intesa Sanpaolo sostiene l’attività dei Master finanziando numerose borse di studio agli studenti da assegnare in base al merito a parziale copertura dei contributi d’iscrizione degli studenti. L’impegno della Banca nel sostegno delle borse di studio dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca conferma l’attenzione di Intesa Sanpaolo verso il sistema universitario italiano con cui ha avviato numerose partnership.

I due master, si svolgono nella prestigiosa sede di Villa Di Breme Forno, polo di alta formazione dell’Ateneo di Milano-Bicocca.

Entrambi i master presentano caratteristiche innovative sia nelle modalità didattiche che nella collaborazione con le istituzioni pubbliche e le numerose imprese che hanno manifestato interesse a una stretta cooperazione.

I programmi didattici sono stati concordati con le amministrazioni pubbliche e le imprese partner, le quali assicureranno anche una vasta e qualificata presenza della loro dirigenza nella faculty docente.

Una quota consistente delle lezioni frontali saranno svolte da dirigenti delle grandi amministrazioni pubbliche e delle maggiori imprese lombarde di TPL, le quali ospiteranno gli allievi negli stage curriculari.

Il Master in Gestione delle Autonomie Locali si avvale inoltre del patrocinio di Anci Lombardia e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome mentre il Master in Gestione del Trasporto Locale si avvale del patrocinio di Asstra.

La cooperazione in essere con Confindustria Assoconsult è inoltre garanzia della qualità del progetto formativo e in grado di favorire sbocchi professionali a tutti gli allievi meritevoli nel sistema nazionale delle Società di Consulenza.

L’impatto delle nuove tecnologie sulle Pubbliche Amministrazioni e sulle imprese pubbliche, la nuova domanda sociale indotta dalla globalizzazione, i mutamenti etici e politici introdotti dalle scelte di trasparenza di tutti gli atti, la nuova internazionalizzazione delle politiche sono tutte variabili che rendono il progetto e la sua realizzazione a Milano un asse strategico della nuova formazione pubblica.