• Psicologia > Didattica > Lauree Triennali > Scienze e Tecniche Psicologiche
  • INDIRIZZI E NUMERI UTILI

    Servizio Didattica
    Edificio U6, 3° Piano stanza 3161
    e-mail: psicologia.didattica@unimib.it

    Servizio Gestori Segreterie Online
    Edificio U6, 3° Piano stanza 3161
    e-mail: psicologia.sifa@unimib.it

    Servizio Offerta Formativa e dei Corsi di Laurea
    Edificio U6, 3° piano, stanza 3168c
    Per le lauree triennali: annamaria.callari@unimib.it

    Studiare in Europa
    Programma LLP-Erasmus Studenti
    Edificio U6, 3° piano, stanza 3168c
    email: psicologia.erasmus@unimib.it

    Servizio Tirocini, Esami di Stato, Stage
    Edificio U6, 3° piano, stanze 3155-3156
    email: tirocini.psico@unimib.it
    Prenotazioni ricevimento alla pagina: www.psicologia.unimib.it/ricevimento

    Servizio Tesi
    Edificio U6, 3° piano, stanza 3148b

  • Scienze e Tecniche Psicologiche

    Il corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche fornisce una solida preparazione di base nelle discipline psicologiche proponendo un lavoro di approfondimento dei fondamenti storici e dei modelli teorici più innovativi  a cui si affiancano attività introduttive alla dimensione pratica della disciplina stessa, i suoi metodi e le tecniche di intervento.

    Il percorso di studio si propone di favorire l’acquisizione di competenze psicologiche, di base e trasversali, che possano tradursi efficacemente in competenze professionali  nell’ambito di un corso di studio di secondo livello. A fianco all’offerta formativa di base il corso propone numerosi insegnamenti a scelta che  consentono di esplorare aree diverse della disciplina al fine di specificare le proprie inclinazioni  e progettare il percorso futuro.

    Lo sviluppo delle competenze è perseguito tramite:

    • l’apprendimento delle conoscenze, mediante lezioni frontali, esercitazioni e momenti di studio personale;
    • la sperimentazione di metodi e tecniche, mediante la partecipazione a laboratori rivolti a gruppi ristretti al fine di favorire l’esperienza personale;
    • l’introduzione alla pratica professionale, mediante un’esperienza di affiancamento a un tutor psicologo presso diverse realtà operanti sul territorio e la partecipazione a un ciclo di incontri con professionisti operanti in diversi settori.

    Aree di Studio

    Fondamenti della psicologia. Comprende le conoscenze di base inerenti: le basi anatomo-funzionali dell’attività psichica; i processi cognitivi, emotivi e inconsci;  i processi di sviluppo nelle diverse fasi del ciclo di vita; i processi alla base delle relazioni interpersonali, le dinamiche di gruppo e dei sistemi complessi come le organizzazioni di lavoro; l’evoluzione storica della disciplina e i suoi diversi orientamenti.

    Formazione interdisciplinare. La formazione psicologica viene integrata da conoscenze inerenti altri domini disciplinari rilevanti ai fini di una comprensione più profonda del sapere psicologico. In particolare vengono offerti spazi di approfondimento relativi ai meccanismi biologici e genetici alla base del sistema nervoso e più in generale del corpo umano, alla filosofia della mente e alla linguistica, alla filosofia della scienza, all’economia, alla sociologia e alla criminologia.

    Metodologia. Affronta i fondamenti metodologici della ricerca sperimentale e sul campo, presenta i metodi e gli strumenti per la ricerca qualitativa e quantitativa; introduce alle  tecniche di analisi dei dati.

    Teorie e modelli di base per la pratica psicologica. E’ un’area di studio particolarmente ricca che consente di avvicinarsi ai molteplici contenuti della disciplina anche al fine di orientare un successivo percorso di sviluppo professionale.  Seguendo le proprie inclinazioni e i propri interessi è possibile approfondire contenuti rilevanti per l’acquisizione degli “strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità “ propri della professione psicologica. (art 1.  L 56/89 -Ordinamento professione psicologo)

    Laboratori

    I laboratori hanno contenuto applicativo. Gli studenti e le studentesse che frequentano il secondo e il terzo anno del corso di studi possono scegliere tra diverse proposte inerenti:

    gli strumenti della professione, quali ad esempio:

    • costruzione di test e questionari
    • intervista e focus group
    • analisi della produzione testuale e discorsiva
    • metodi diagnostici
    • analisi e di codifica del testo clinico
    • analisi del family life space

    gli interventi di valutazione in vari contesti, quali ad esempio:

    • lo sviluppo cognitivo in età prescolare
    • l’interazione e della regolazione emotiva genitore/bambino
    • neuropsicologico
    • la promozione del benessere
    • l’assessment multiculturale

    il ciclo di incontri professione psicologo con la partecipazione di psicologi operanti in diversi settori della disciplina.

    Stage

    L’attività di tirocinio formativo può essere svolta presso una delle numerose strutture esterne convenzionate, sotto la supervisione di un tutor psicologo o, in alternativa, presso la sede del Dipartimento di psicologia nell’ambito di  classi di tirocinio attive  in diverse aree tematiche o ancora sotto la diretta  supervisione di un docente del Dipartimento stesso.

    Prosecuzione degli studi e ambiti occupazionali

    Lo psicologo è un professionista che opera per favorire il benessere delle persone, dei gruppi, degli organismi sociali e della comunità. Si occupa di psicopatologia, ma non solo. Altre importanti aree di intervento riguardano una molteplicità di situazioni, personali e relazionali, che possono essere fonte di sofferenza e di disagio. L’attività dello psicologo ha l’obiettivo di favorire il cambiamento, potenziare le risorse e accompagnare gli individui, le coppie, le famiglie, le organizzazioni (es. scuola, azienda, ecc.) in particolari momenti critici o di difficoltà. Tra i molteplici ambiti di applicazione della psicologia si possono indicare gli ospedali, i consultori, le scuole, il tribunale, i servizi per l’infanzia e l’adolescenza, le comunità terapeutiche, le residenze per anziani. Nuovi settori sono quelli della psicologia penitenziaria, transculturale, della neuropsicologia, dell’emergenza, del traffico, dello sport e del benessere in senso lato. Cit. (fonte Ordine degli Psicologi della Lombardia )

    Per l’accesso alla professione di psicologo è necessario conseguire una laurea magistrale in Psicologia (classe LM-51)  (a cui dovrà  seguire un tirocinio annuale e il superamento dell’esame di stato per la sezione A dell’Albo).

    Il corso di laurea fornisce ai laureati, previo completamento di un semestre di tirocinio professionale post-lauream, la possibilità di accedere all’esame di stato per la sezione B dell’Albo, riservata ai dottori in tecniche psicologiche, e di svolgere attività a livello tecnico-operativo.

    Il laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche può svolgere attività non riservate agli iscritti agli albi professionali, in strutture pubbliche e private che eroghino servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alle comunità.

    Scienze e tecniche psicologiche in Bicocca, perché?

    • L’offerta formativa articolata
    • La particolare attenzione allo sviluppo di competenze trasversali tramite la molteplicità delle forme didattiche attivate e la realizzazione di progetti ad hoc
    • Il servizio tutorato alle matricole
    • Il costante impegno nello sviluppo del rapporto con il territorio che ad oggi rende disponibili 900 sedi accreditate per lo svolgimento di stage e tirocini su tutto il territorio nazionale e internazionale
    • Lo stretto rapporto con L’ordine Ordine Professionale

    Documentazione e approfondimenti

    Link alla pagina di Offerta Formativa – Scienze e Tecniche Psicologiche (Triennale) presente nel portale di Ateneo.